Aggio Group stampa 3D parti illuminotecniche Markforged LED

Con Markforged, Aggio Group stampa in 3D le sue creazioni

I principali 4 aspetti vantaggiosi della stampa 3D per Aggio Group:

  1. Il primo vantaggio tratto dall’utilizzo della stampa 3D è la stata la possibilità di realizzare la componentistica necessaria. Con le basse quantità e l’esclusività che contraddistingue i prodotti di Aggio Group, nasceva l’esigenza di avere dei componenti altrimenti difficilmente reperibili sul mercato e non realizzabili in bassa scala con lavorazioni tradizionali.
  2. Realizzazione degli stampi in negativo per la produzione e la lavorazione di altri componenti, in particolare per il cristallo e le fusioni di ottone.
  3. Stampa dei componenti per l’alloggiamento di LED e ottiche.
  4. Prodotto finito/semilavorato. Con le stampanti 3D ci siamo spinti oltre e siamo riusciti a realizzare delle intere scocche. Grazie poi a dei processi di finitura particolari, ora possiamo realizzare su queste scocche qualsiasi finitura galvanica.

Grazie ad Onyx, di Markforged, macchine fornite da 3DZ e grazie ad un processo di stratificazione metallica sviluppato da AggioLight, siamo in grado di effettuare qualsiasi finitura galvanica sui pezzi prodotti in stampa 3D.

La testimonianza di Andrea Aggio, socio e CEO di Aggio Group

Quanto tempo fa è nato l’interesse per la stampa 3D?  

“Il nostro interesse per la stampa 3D è nato nel 2018, con la produzione di componenti non standard per progetti illuminotecnici da produrre con poche quantità.” 

Avete acquistato una stampante o avete preferito sfruttare un service di stampa? Con che frequenza utilizzate le stampanti 3D? 

“Inizialmente sfruttavamo il service 3DZ, per testare costi e tempi di realizzazione, ma cercavamo un’efficienza ancora migliore, quindi abbiamo acquistato Onyx One di Markforged che utilizziamo quotidianamente, spesso anche 24h/24h.” 

Quali sono i vantaggi che avete riscontrato dall’utilizzo della stampa 3D in termini di tempi, costi e flessibilità? 

“I vantaggi riscontrati sono diversi, dai tempi, passando per le soluzioni di parti complesse, ai costi. Si evitano spesso stampi costosi con lunghi tempi di produzione. Molte delle attività e lavorazioni che prima richiedevamo ai nostri fornitori, ora possono essere realizzate internamente. I vantaggi sulla tempistica, logistica e sui costi sono tangibili”. 

“Nello specifico, vorrei farvi l’esempio di un particolare tipo di lampada a parete”.

L’azienda

Aggio Group S.r.l. è una azienda che opera nel settore illuminazione attraverso il marchio AggioLight. L’Azienda impiega esperti artigiani con decenni di esperienza e giovani designer con profonda formazione in ambito di modellazione 3D.

Grazie all’apporto di Alberto Aggio, socio co-fondatore e project manager della Aggio Group e del fratello Andrea, socio e CEO, l’azienda si è orientata presto alla produzione di corpi illuminanti su misura, unici ed esclusivi per brand di fama mondiale come Gucci, BVLGARI Resort, Breguet, Starbucks Reserve, Cheval Blanc, Acqua di Parma e per ville e residenze esclusive in tutto il mondo.  

L’azienda collabora con importanti studi di architettura, progettazione d’interni e lighting design, fornendo supporto tecnico progettuale, prototipazione, produzione artigianale ed in serie di corpi illuminanti, nonché spedizione ed installazione in tutto il mondo. Oggi ha un fatturato da 2,5 milioni di euro; 18 tra dipendenti e collaboratori su due sedi e una rete di Official Representatives negli USA (New York), GCC (Dubai, Muscat, Kuwait City, Doha), Nigeria, Libano, Mosca, Kiev e Baku. Ufficio Design, R&D e prototipazione.

In quali fasi della lavorazione di un prodotto Aggiolight viene utilizzata la stampa 3D? 

“La stampa 3D viene utilizzata per la produzione dei nostri prodotti, sia per la parte illuminotecnica, come LED holders, bloccacavo, anellini anti-riflesso, sia per le strutture: sezioni complesse di corpi illuminanti. Grazie ai processi che fanno parte del nostro know how riusciamo a fare trattamenti galvanici alle parti dopo averle unite e a comporre pezzi più grandi del volume di stampa e a produrre contro-stampi per fusione di ottone.”

E più in generale, qual è la vostra percezione degli sviluppi della stampa 3D? 

“La stampa 3D è una giusta compensazione in un mercato dove l’artigianato 4.0 come il nostro è sottoposto a richieste con tempi sempre più brevi e si fatica a formare nuovo personale specializzato. Il Gruppo Aggio punta come prossimo acquisto alla stampante Formlabs Form 3L per stampare volumi maggiori e con trasparenza, oppure, budget permettendo, a una Metal X di Markforged.”

Come si è sviluppata la collaborazione con 3DZ?  

La nostra collaborazione con 3DZ è iniziata con una prima fase di service, velocemente spostata su fornitura di stampanti per cercare un’efficienza ancor maggiore.”